ALCI - ASSOCIAZIONE LIBERI
COSTELLATORI ITALIA
 
Nuovi percorsi con le
Costellazioni Umane


ALCI - ASSOCIAZIONE LIBERI 
COSTELLATORI ITALIA
 
New paths of
Human Constellations
Home                             Chi siamo                          Formazione                       Incontri di gruppo                        Sessioni individuali                          Calendario incontri                         Libri e dvd                                  Contatti                                      Links

 

Silvia Miclavez

Il mio approccio alla Vita

Le Costellazioni Umane

Il libro bilingue "Una Vita più Vera"

IL NUOVO LIBRO SULLE
COSTELLAZIONI UMANE

Gli autori

Una Scuola di Percezione

Incontri

Campi di applicazione

______________

Bert Hellinger

Le Costellazioni Familiari
e Sistemiche

 

 

 

 

La Rappresentazione delle Costellazioni Umane
Familiari, Organizzative e Spirituali

The Representation of Human Constellations
Families and Organizations within a wider spiritual context

 

Silvia Miclavez

My approach to life

Human Constellations

The book "Rediscovering
our Innate Authority"

THE NEW BOOK ON
HUMAN CONSTELLATIONS

The authors

A School of Percepion

Meetings

Fields of application

______________

Bert Hellinger

Family and Systemic
Constellations

 

LUOGHI E ORGANIZZATORI

CALENDARIO INCONTRI 2018 

FRIULI VENEZIA GIULIA  

Udine 
Dr. Silvia Miclavez, 
Via Monte Ortigara 51, 
33100 Udine 
tel. 0432-470551, 
cell. 347-4320755
www.alcicostellazioni.it.

Casarsa della Delizia (PN)
Organizzatrice: Alessandra Corrias
cell. 334-1237454 

Gorizia 
KB Center, 3° piano,
Corso Verdi 51, 
34170 Gorizia, 
E-mail info@silviamiclavez.com   
          
Pordenone
Organizzatrice: Diana, 
cell. 328 4596126
     

VENETO

Treviso (TV) 
Agriturismo Rechsteiner   
Via Monte Grappa 
S. Nicolò di Ponte di Piave (TV) 
Per il soggiorno: Paola  
tel. 0422-807128, 
www.rechsteiner.it.


ABRUZZO

Organizzatrice: Renata, 
Cell. 392-2955888


SICILIA

Organizzatrice: Agata Marabotto,
Cell. 348 3807356
Studi Medici Healing Tel. 095 7137121 cell. 347 3473182
SLOVENIA Ankaran (20 km da Trieste) Hotel Arija, Jadranska Cesta 73 Debeli Rtic, tel. 00386 (0)5 9097000 Sito www.zdravilisce-debelirtic.org

 

UDINE (UD)

      Sessioni Individuali con Silvia Miclavez su appuntamento  
Luogo: Via Monte Ortigara 51, 33100 Udine    
Prenotazioni: Silvia Miclavez, cell 347-4320755    
Prezzo: € 70,00   


GORIZIA (GO) pdf

 Incontri Pomeridiani di Gruppo con Silvia Miclavez 
Date: 10 febbraio, 14 aprile, 16 giugno
15 settembre, 17 novembre, (15 dicembre)
Orari: sabato dalle 15.00-18.30, 

 Luogo: KB Center, 3° piano,        
Corso Verdi 51, 34170 Gorizia 
Conduttrice: Silvia Miclavez 
Prenotazioni: Silvia Miclavez, cell 347-4320755  
Prezzo: € 30,00

____________________

  SEMINARIO RICREATIVO, ESPERIENZIALE E FORMATIVO
Ankaran (SLO vic. TS)

5-8 luglio 2018
 
 con Silvia Miclavez e Siegfried Essen
  
 *** Sentirsi di nuovo a casa nella felicità ***
Rappresentazioni dell´Io e del Sé 
e Rituali di Remissione
____________________
In programma un nuovo libro 
e vari percorsi esperienziali e formativi
di mediazione umanistica in date da concordare

*******
Su cosa ci focalizzeremo nei nuovi gruppi di ricerca

La bellezza del lavoro con le Costellazioni Umane dipende molto dalla nostra capacità 
di ampliare la nostra consapevolezza e riconoscere le connessioni più profonde nelle 
relazioni. Nessuna teoria, nemmeno la fisica quantistica, può spiegare - al di lá del fatto 
che siamo tutti più o meno interconnessi - perchè in un certo momento, in un certo 
incontro e, in particolare in un lavoro con le Costellazioni Umane, emerga ciò che emerge.
   Il nostro intento è quello di creare lo spazio in cui scoprire ciò che tocca il nostro cuore 
nella la sottile rete di interconnessioni vitali. Tramite presentazioni, meditazioni, 
condivisioni e rappresentazioni cerchiamo di creare le condizioni in cui ciascuno possa 
scoprire lo spazio sacro, in cui possiamo sentirci veramente "a casa", cioè in sintonia con noi 
stessi, con la nostra famiglia, il nostro ruolo, ecc. Questo non può che accadere in modo
sorprendente ed insolito, perchè la vita non sta mai ferma. Una attenzione particolare 
in questa ricerca va data a due fattori importanti che regolano la nostra vita, 
la Coscienza e l´Anima. Riuscire a distinguerli è una delle basi del nostro lavoro.

La Coscienza

Per noi è stato molto importante scrivere nel 2008 il Codice Deontologico per una nuova
figura professionale emergente: il Mediatore Umanistico che lavora con le Costellazioni. 
    Da quando  (dal 2001) abbiamo iniziato ad organizzare i primi corsi di 
formazione con le Costellazioni Familiari e Sistemiche in Italia, uno dei più grossi 
problemi per noi sono state quelle persone e professionisti che, pur riuscendo ad entrare 
a grandi linee in risonanza con ciò che stavamo facendo, cercavano di imporre il loro 
punto di vista, la loro deontologia porfessionale, i loro principi, il loro credo e dunque 
quella che qui chiamiamo la loro coscienza al nostro operato. 
   Il grande vantaggio del lavoro con le Costellazioni è la possibilità di scoprire quanto le
dinamiche della coscienza personale e le dinamiche della coscienza collettiva (spesso 
inconscia) influiscano sulla nostra vita e quanto possa essere alto il prezzo che paghiamo
in salute, felicità e realizzazione personale e professionale se non diventiamo più 
consapevoli di queste interconnessioni, spesso in conflitto tra loro, e se non troviamo 
un sano equilibrio all´interno di esse.

Ci vuole molta centratura, disciplina e umiltà per riconoscere gli ordini di base e le
dinamiche della coscienza che regolano le relazioni tra gli individui nei vari sistemi di
appartenenza e ci vuole coraggio per mettersi in gioco e seguire il proprio impulso 
vitale più profondo (al di là dei dictat della coscienza personale, sociale e religiosa)
per potersi evolvere all´interno e al di là di essi. 

   I bisogni di appartenenza, compensazione (o reciprocità) e ordine inerenti alla coscienza 
personale e, in diverso modo, anche alla coscienza collettiva, sono dei bisogni primari 
che vanno tenuti in seria considerazione. Riconoscerli ci aiuta a definire i nostri ruoli,
a prenderci le nostre responsabilità verso noi stessi e verso gli altri, più consapevoli 
delle implicazioni che ha sulla nostra vita la nostra storia individuale, famigliare e
umana. Se vogliamo avere successo nella vita e cogliere la grande opportunità che ci 
viene data nella presente incarnazione, dobbiamo riconoscerne il valore, tenendo in 
considerazione le leggi che regolano le nostre relazioni e i rischi che corriamo quando 
queste leggi vengono trascurate o violate. 

Mentre le dinamiche della coscienza personale sono direttamente percepibili
(qui l´appartenenza, la compensazione e l`ordine sono fortemente influenzati 
dalle regole sociali e religiose acquisite, inflitte o create dalle singole istituzioni 
per regolare, manipolare o/e controllare le modalità di convivenza tra le persone),
le dinamiche della coscienza collettiva (spesso inconscia), cosí come viene intesa qui,
pur essendo più semplici e basilari, sono solo riconoscibili dagli effetti nel tempo: 
sono le dinamiche che regolano la vita e l´evoluzione umana secondo principi che 
non hanno niente a che vedere con una morale specifica, in quanto riconoscono 
a tutti gli individui appartenenti ad un sistema famigliare lo stesso diritto 
di appartenenza e "puniscono" con l`irretimento i discendenti di chi, a causa di 
un trauma o di un giudizio morale negativo, è stato escluso o allontanato dal sistema,
obbligandoli a  identificarsi inconsciamente più o meno parzialmente con loro 
e a sacrificare così la propria vita.

Proprio dal riconoscimento della portata di questi irretimenti si evidenzia chi appartenga 
ad un sistema: si potrebbe per esempio dire che l´appartenenza ad un sistema famigliare  
in genere viene determinata dai fattori che hanno maggiormente contribuito 
alla trasmissione, al mantenimento e al termine della vita dei singoli; mentre 
si può sperimentare come un´adeguata compensazione nel bene e nel male mantenga 
vivo un rapporto di coppia alla pari e come invece il perdono e il disprezzo 
da una posizione di superiorità di uno dei partner rovini questa relazione e possa avere 
infauste conseguenze nel tempo e sui discendenti; inoltre, si può anche vedere quanto 
il rispetto dell`ordine nella trasmissione della vita e il rispetto della vita, dei destini 
e della morte dei singoli nel sistema aiuti a ricevere la benedizione degli antenati e 
come si possa quindi, a propria volta, diventare anche una benedizione per i discendenti.
   
Con la rappresentazione delle Costellazioni e delle indagini e ricerche storiche 
adeguate, abbiamo una interessante possibilità di vedere gli effetti dei conflitti di
coscienza nelle nostre vite. Possiamo scoprire cosa ci voglia per per ampliare la nostra
coscienza e sviluppare una maggiore comprensione e consapevolezza delle dinamiche 
transpersonali e transgenerazionali che regolano la nostra vita, la nostra salute, 
i nostri comportamenti e le nostre relazioni con gli altri. Entrando più in accordo con
la nostra realtà, sia conscia che inconscia, può succedere allora che questo insieme
diversificato e distinto, che regola la nostra esistenza, diventi una forza di sostegno, 
piuttosto che un blocco, un castigo, una maledizione o una condanna.
   
L´Anima

Interessante a questo riguardo il titolo del libro di Stephan Hausner: "Anche se mi costa
la vita" (testo inedito in italiano), che esprime due delle dinamiche più profonde 
dell´anima: questa puó far ammalare seriamente le persone che seguono ciecamente 
l´impulso a seguire nella morte una persona amata o quello di sacrificare 
inconsciamente la propria vita per un´altra persona. Sono impulsi d´amore cieco che 
portano queste persone ad ammalarsi con il sorriso sulle labbra.
   
Voler curare dei sintomi e delle malattie gravi senza la consapevolezza delle dinamiche
e dell´amore di fondo che muovono le persone, possono aiutarle solo a metà, perchè 
la tendenza dell´anima a voler unire ciò che è diviso è fortissima. Se dunque entriamo 
in sintonia con i movimenti dell´anima, possiamo entrare in connessione con le nostre 
forze autoguaritrici più profonde, riunendo nell´amore ciò che è stato inevitabilmente diviso. 
   
Grazie ad una nuova coscienza più in sintonia con le esigenze individuali e collettive, 
si può creare una nuova unità interiore ed esteriore, una nuova costellazione, dove ciascuno 
può sentirsi più connesso agli altri nella comune e pur distinta essenza, più capace di dare 
e ricevere amore prendendosi le propire responsabilità, in linea con i tempi e le modalitá
delle forze vitali che ci portano avanti.   

Vedi anche http://www.silviamiclavez.com/attivita.htm